ONG Il Nido del Gufo - Guestbook
Lascia un messaggio

Pagina 42 - Messaggi 206 a 210

 

Tania (Italia)
-/10
il 13/07/2006 to 21:17  

Cara Enrica e cari tutti,
mi ? stata data l?opportunit? di raccontarmi un po? per farvi sentire un po? la magia e il calore di questa Terra, ormai non pi? cos? lontana, che ? la Colombia.
E? gi? passato un mese e mezzo dal mio arrivo e non mi sembra vero, sembra che le lancette del tempo corrano all?impazzata!
Il tempo corre veloce anche per Lisboa, il barrio in cui vivo con P. Maurizio, P. Pio e tre seminaristi e dove si trova anche la Biblioteca, in quanto in questi ultimi anni ci sono stati un sacco di cambiamenti: molte case nuove, nuovi edifici, la Chiesa ? quasi terminata, la strada principale ? stata asfaltata e hanno costruito due ponti che collegano il barrio alla citt?, le strade sono illuminate e ci sono molti negozi, e sono stati terminati e ulilizzati due piani della Associazione Biblioteca Il Nido del Gufo che il 22 Ottobre festeggier? il suo quarto compleanno!
Il primo di Settembre inoltre nel piano interrato della Chiesa ? stato inaugurato il Comedor, e cos? ogni giorno la parrocchia, con la collaborazione dell?Alcaldia, offre pi? di 300 pasti a bambini, giovani e adulti che purtroppo non hanno di che mangiare. In base ad un censimento effettuato per il Comedor sono venuta a conoscenza di dati un po? preoccupanti: il 30% della popolazione ? di strato uno ( su una scala da 1, minimo, a 6, massimo), con affluenza di DESPLAZAMIENTO a causa della violenza che esiste nel Paese, mentre il restante 70% ? di strato due. Per quanto riguarda l?istruzione invece circa il 90% dei bambini va a scuola anche se un gruppo considerevole di loro non termina la primaria, ma ben 1700 bambini non vanno a scuola per motivi economici... ? anche in questa realt? che si vede l?importanza della comunit? Scalabriniana che offre un servizio di istruzione chiamato ?Refuerzo Escolar? a circa 150 bambini ogni giorno, e del Nido del Gufo.
I bambini che vanno a scuola devono pagarsi l?istruzione e la divisa e quindi alla maggiorparte non bastano i soldi per comprarsi anche i libri...ma per fortuna c?? il Nido e la sua biblioteca che mette a disposizione numerosi libri scolastici per fare i compiti, computer, fotocopiatrice, servizio Internet e anche l?aiuto necessario per svolgere numerosi dei loro compiti per casa... una manna dal cielo in questa realt? che sembra sottovalutare l?importanza di una buona istruzione duratura nel tempo.
Il Nido del Gufo per? va anche oltre; s?, ? importante formare delle buone menti, ma lo ? anche formare dei buoni cuori e salvaguardare tutti i diritti dei bambini come quello del gioco, dello svago, perch? la creativit? e l?immaginazione non muoiano al lato di un semaforo per raccogliere qualche pesos per un pezzo di pane che, purtroppo, spesso funge da colazione, pranzo e cena. Per far questo sono a disposizione libri di racconti, fiabe, leggende e alcuni giochi in scatola e molte iniziative per il tempo libero come ?Manos Jugando?, ?La Hora del Cuento?, ?El Filmecito?... per? c?? molto di pi?: infatti entro poco tempo, spero pochissimo, si offrir? un nuovo e colorato spazio, LA LUDOTECA, perch? queste e altre attivit? non si svolgano solo il sabato, ma siano a disposizione tutti i giorni della settimana come uno ?spazio per essere bambini?, per offrire un ambiente positivo, accompagnare alla crescita, preparare incontri formativi con le mamme e laboratori infantili.
Da un po? si sta lavorando per questo progetto e per fortuna diverse persone ?ci? stanno aiutando a realizzare questo piccolo paradiso di speranze proprio perch?, come si sa, pi? si ? meglio ?, e tante piccole idee e supporti e aiuti credo faranno s? che questo progetto si trasformi presto in una fantastica e importante realt? per i bambini, i giovani,la mamme e tutta la comunit? di Lisboa e dei barrios limitrofi... infatti in questa zona della periferia di Bogot?, dove spesso i taxisti e autisti di bus si rifiutano di arrivare per paura, Il Nido del Gufo ? l?unica fiaccola sempre accesa; certo, ci sono altre associazioni statali e private che offrono i loro servizi (comunque molto importanti e complementari...guai se mancassero), per? purtroppo, lo fanno quasi con il contagocce ( per esempio, solo il gioved? dalle 8.00 all?una, o il primo marted? del mese). E? importante quindi che tutti si rendano disponibili e responsabili perch? tutto questo non vada perduto, ma che, al contrario, la fiaccola continui a brillare, non di luce propria, ma della luce di un po? di ognuno.
Lo so, pu? sembrare poco un mese e mezzo per entrare nella gente, ma credetemi, qui ? la gente che ti entra dentro... calore, affetto, abbracci, amicizia mi son stati regalati dal primo giorno e non ho ancora passato un giorno senza un sorriso o una stretta di mano...uno arriva dalla citt?, passa il ponte che la separa dal barrio e dice (perch? fisicamente si nota la differenza!), ? Ma dove mi trovo?? e dopo un po? trova una risposta, ?Sono a Lisboa, sono a casa!?.
Certo, purtroppo c?? anche l?altra parte della medaglia da considerare che ? molto dura, ruvida e pericolosa. Colombia purtroppo ? anche fame, una guerra che dura da cinquant?anni, povert?, miseria, desplazados, guerriglia, paramilitari, esercito, governi impotenti o potenti solo per i loro interessi, sequestri, omicidi, violenza, abusi, attentati...telegiornali e giornali sono pieni di tutto questo...qualsiasi quartiere,chi pi? chi meno, ? anche tutto questo...anche qui Lisboa che ? un barrio della localit? di Suba, ? tutto questo... a Suba, per esempio, il 26 Agosto verso le nove di sera c?? stato un brutto attentato contro la polizia: sono esplose due bombe, una di 30 Kg. di esplosivo R1, a causa della quale morirono due polizziotti e sette furono i feriti, quattro di loro erano civili... e qui in alcune zone del barrio dopo una certa ora per le strade non ? prudente andare perch? ci sono solo spacciatori e regolamenti di conti: per esempio l?altra notte ? stato accoltellato il fratello di un amico per colpa di una stupida partita di calcio...stupida lo dico io perch? ancora, e spero che cos? continui ad essere, non riesco a capire come ci si possa trovare su un letto di ospedale per colpa di un pallone o chiss? per che altro....
Come sto reagendo a tutto questo??? Beh, chiaro, uno un po? di sana e umana paura ce l?ho, a volte la notte spengo la luce e spero che i vetri della finestra non si trovino in traiettorie pericolose, ma che altro posso fare: morire di paura, bloccarmi e nascondermi tutto il giorno sotto il letto? Tanto vale fare le valigie...no, si deve affrontare e lottare contro tutto questo... il solo fatto di mettere il naso fuori della porta mi sembra una cosa importante...come importante per me ? stare fra la gente e con la gente... lasciare che si raccontino e raccogliere tutto con rispetto e comprensione, e, se possibile, rimboccarsi le maniche e agire anche se alcune cose si trovano ad anni luce dalla mia esperienza, dalla mia cultura, dal mio modo di veder le cose...la ?signora? che abita davanti alla ?mia casa? ha 25 anni, ? sposata, ha tre bambini, si ? gi? operata per non aver altri figli, non ha un lavoro, ha un marito che la picchia se tarda a tornare dal Comedor dove porta i figli a mangiare perch? a casa non ha neanche un chicco di riso da dargli da mangiare perch? il signor marito ritiene che sia pi? importante devolvere il denaro alla causa dei combattimenti dei galli o della birra... per? ? un pap? affettuoso che pensa al bene dei figli mandandoli in giro con le scarpe bucate ( grazie al cielo che c?? un buco perch? cos? vuol dire che le scarpe per lo meno ci sono) e regalandogli pistole giocattolo perch? facciano le prove per il domani...sia mai che si trovino impreparati a maneggiare un?arma....
Scusate questa mia lunga dispensione ma mi sembrava importante condividere con voi una chiacchierata in un giorno di sole a Lisboa sui gradini della Chiesa, e chiss? quante altre ce ne sarebbero da fare... se penso a questo e a gli occhi di quei tre bambini uguali, purtroppo, agli occhi di tanti altri non posso se non continuare a credere e a sperare e a promuovere una realt? diversa...una realt? di rispetto della persona e dei suoi diritti, e una realt? di PACE...questa settimana ? la settimana della PACE...da approfittare...
Non vi spaventate per? perch? vi ricordo che esiste anche il lato A della medaglia: il lato dove molta gente si impegna per lo sviluppo di questa comunit?, persone come Yusely, che lavora per Il Nido e che ogni giorno si fa pi? di un?ora e mezza di bus per arrivare in Biblioteca perch? crede in questo progetto, P. Maurizio e P. Pio e i seminaristi e tutti i volontari dell?Associazione e della Parrocchia, e tutte quelle altre persone che contribuiscono e si impegnano anche a distanza, da qualsiasi parte del mondo, dall?Italia per esempio...
Se dovessi fare un bilancio di questo periodo, questo potrebbe essere solo positivo, e giorno dopo giorno l?entusiasmo per questo mio ?viaggio? cresce sempre di pi?...un viaggio che ogni giorno faccio negli occhi dei bambini, dei ragazzi, degli adulti, dei nonni che mi aprono nuovi orizzonti, i loro orizzonti di speranza...un viaggio che naturalmente ? fatto di cose a volte belle, a volte tristi e drammatiche, ma ? un viaggio che non voglio che finisca, o per lo meno non tanto in fretta... non voglio fare le valigie, ma voglio continuare a conoscere, a imparare e a mettermi a servizio di questo nuovo mondo che ora senta un po? anche mio...
Vi abbraccio forte e vi Auguro un buon cammino di comprensione e condivisione, e ricordatevi che ?No se puede llegar al Se?or con los zapatos limpios!!!?....camminate gente, camminate...
Con Affetto,
Tania
Enrica (Bassano del Grappa, Italia)
-/10
il 13/07/2006 to 21:14   

Parole per riflettere
"L'edificazione di una cultura globale di solidariet? e di rispetto per la dignit? della persona ? uno dei grandi compiti morali che l'umanit? deve svolgere? (Dal discorso rivolto da Papa Paolo Giovanni II ai Vescovi statunitensi delle Province ecclesiastiche di Boston e di Hartford)
Tania (Italia)
-/10
il 13/07/2006 to 21:13  

Giorno dopo giorno mi accorgo che per la comunit? Il Nido del Gufo ? come un cielo stellato:ognuno, bambino, giovane e adulto trova qui la sua "stella"...un servizio e una nuova speranza...
Enrica (Bassano del Grappa, Italia)
-/10
il 13/07/2006 to 21:12   

12.000 visite
Grazie a tutti per aver visitato ben 12.000 pagine del nostro sito!!Vi aspettiamo sempre pi? numerosi scoprendo e condividendo news e aggiornamenti del progetto.
Carolina (Italia)
-/10
il 13/07/2006 to 21:12  

Ver como es el proyecto, rodeado de personas muy lindas y con muchas ganas, solo puede darnos optimismo, la diferencia ya existe. En nombre de los colombianos y los bogotanos GRACIAS por creer y trabajar en Colombia.
<< precedente

1 ... 37-38-39-40-41-42-43-44-45-46 ... 47

successiva >>

Powered by @lex Guestbook © - Note to spammers
Sponsored by Down-fr.com

Last News

Compleanni
24 aprile - Valentina A.
24 aprile - Liza Catalina

Lista compleanni


Partner




Condividi su Facebook